Il sintomo più comune dopo il dolore al rachide cervicale è la cefalea. Spesso viene riferita dal paziente come un dolore che origina dalla zona sub occipitale e si irradia sino alla zona temporale della testa e intorno agli occhi. Ripristinando l’articolarità della cervicale e attraverso la terapia manuale e l’utilizzo di esercizi mirati, saranno possibili eccellenti risultati per la risoluzione del dolore.

La cefalea cervico genica si attesta al terzo posto dopo la cefalea muscolo tensiva ed è molto frequente negli esiti di colpo di frusta. Molti studi affermano che l’esercizio terapeutico possa ridurre il dolore al collo e di conseguenza la cefalea, e che gli effetti perdurino nel tempo.

Open chat
Chiedi consiglio al tuo fisioterapista!