Le bevande vegetali

Introduzione

Nel precedente articolo sui latticini abbiamo parlato delle bevande vegetali, molto più salutari rispetto al latte vaccino e allo stesso tempo molto gustose. Ne esistono moltissimi tipi in commercio, alcune più comuni e altre più particolari. Ognuno può trovare quella più adatta per sé, ricordando sempre che sarebbe preferibile scegliere quelle senza zuccheri aggiunti. Molte di queste bevande sono anche addizionate di vitamine, calcio e ferro e possono essere molto utili per sopperire ad eventuali carenze. Può essere una buona abitudine quella di variare i tipi di bevande, per assumere nutrienti diversi.

Il latte di soia

Il latte di soia, insieme al latte di mandorle, è il più ricco di proteine e anche quello con maggiore quantità di grassi, circa 2 o 3 g ogni 100 g, comunque meno dei 3,6 g di quello vaccino. Si tratta, però, di grassi polinsaturi, tra cui gli omega 3, che a differenza dei saturi di origine animale non danneggiano la arterie, essendo completamente privi di colesterolo. Contiene anche fibre, vitamine A, E, B e minerali: tra questi il ferro è presente in quantità doppie rispetto al latte animale. E’ tra i più comuni, può essere utilizzato a colazione, per preparare ottimi cappuccini, o per la preparazione di piatti sia dolci che salati, come ad esempio la maionese o la besciamella vegetale ( ovviamente in questo caso bisogna utilizzare quello privo di zuccheri ).

Il latte di mandorle

Il latte di mandorle è piuttosto calorico, con un contenuto di grassi intermedio tra latte vaccino intero e parzialmente scremato, ma anche in questo caso si tratta di grassi prevalentemente polinsaturi. Le mandorle, infatti, sono ricche di preziosi nutrienti, tra cui antiossidanti e vitamina E, con effetti benefici sull’apparato cardiovascolare. Contiene anche fibre e diversi minerali. E’ tra i più zuccherini e anche tra i più gustosi, può essere bevuto come tale o utilizzato per preparare dolci.

Il latte di noci

Il latte di noci è una bevanda ricca di ferro, selenio, rame, zinco, magnesio e calcio, ma anche di vitamina E, omega 6 e acido folico. E’ altamente digeribile e contiene pochissimi zuccheri, quindi è tra i più adatti per chi soffre di diabete o glicemia elevata. E’ in grado di migliorare la circolazione sanguigna e regolare il colesterolo, contribuendo al benessere del cuore e prevenendo le malattie cardiovascolari.

Il latte di riso

Il latte di riso è ricco di zuccheri semplici, fornisce energia prontamente disponibile ed è tra quelli meno calorici. Insieme al latte di avena è la varietà che contiene la maggior quantità di carboidrati, circa 10 g ogni 100 g ed è, quindi, utile nei casi di intensa attività fisica. Ridotto, invece, l’apporto proteico. Tra tutti i tipi di latte vegetale è anche il meno grasso, ma contiene prevalentemente acidi grassi polinsaturi, fibre, vitamina A, B, D e minerali. Le varietà in commercio sono quasi sempre addizionate con oli aggiunti, solitamente di girasole, per i quali è sempre bene verificare la provenienza. E’ consigliato a colazione con dei cereali o del caffè d’orzo, ma anche per la preparazione di dolci.

Il latte d’avena

Il latte di avena è un’altra valida alternativa a quello vaccino soprattutto per chi ha problemi di aterosclerosi: questo cereale, infatti, si è rivelato efficace nel ridurre il colesterolo LDL. È una bevanda poco calorica e con un limitato contenuto di grassi, prevalentemente polinsaturi, contiene fibre, vitamina E ed acido folico. E’ anche ricco di zuccheri semplici. Come per il latte di riso ha una quantità molto ridotta di proteine e quello in commercio contiene oli aggiunti, quasi sempre di girasole. Fornisce anche le vitamine del gruppo B presenti nell’avena, che intervengono sul metabolismo, migliorando l’utilizzo degli zuccheri.

Il latte di cocco

Il latte di cocco, a differenza degli altri tipi di latte vegetale che spesso si utilizzano a colazione come alternativa al latte vaccino, è usato soprattutto nelle preparazioni culinarie, dolci e salate. In America del Sud e nei Paesi orientali come la Cina è anche servito comunemente al posto del latte animale ed usato in moltissime preparazioni. Ha proprietà dissetanti e rinfrescanti e contiene circa 230 kcal ogni 100 g: la sua componente lipidica lo rende molto calorico ma è anche ricco di fosforo e potassio. Ha un’elevata concentrazione di zuccheri semplici, vitamine del gruppo B e vitamina C, oltre a sali minerali e oligoelementi. Molto elevato il contenuto dei flavonoidi, che gli conferiscono un elevato potere antiossidante.

Il latte di miglio

Il latte di miglio è poco conosciuto ma ha ottime proprietà nutrizionali. E’ povero di colesterolo e grassi, ricco di proteine e vitamine ed è anche molto digeribile. Può essere utilizzato nella preparazione di dolci o per ricette salate, come besciamelle o zuppe. Non è tra i più gustosi da bere così come tale.

Altri sostituti dei latticini

Negli ultimi tempi, oltre ai sostituti del latte, sono comparsi moltissimi prodotti all’interno dei supermercati che permettono di sostituire yogurt e formaggi.

Lo yogurt di soia è molto comune, è possibile trovarlo in moltissimi gusti diversi ed ha un sapore molto simile a quello di latte vaccino. Proprio come il latte di soia non contiene colesterolo e quindi è molto più salutare. Anche in questo caso, a seconda del prodotto, si possono trovare vitamine o minerali addizionati.

I formaggi di anacardi del Cashewficio a Genova

Per quanto riguarda i formaggi esistono vari sostituti vegetali, anche se non sempre possono essere considerati prodotti salutari. E’ buona abitudine leggere l’etichetta e valutare che cosa stiamo acquistando. Esistono formaggi vegetali spalmabili, sostituti per la mozzarella da utilizzare per la pizza, sostituti del parmigiano, formaggi a fette per farcire i panini e tante altre alternative. Molto di recente sono nati anche i “formaggi” di anacardi, che ricordano molto l’alternativa vaccina ma che risultano essere prodotti sani e benefici per l’organismo. Sono ancora un po’ difficili da trovare ma sicuramente arriveranno presto in tutti i supermercati! A Genova è possibile acquistarli dal “Cashewficio“, un negozio di prodotti artigianali a due passi dal centro.

Per maggiori informazioni e per una dieta personalizzata puoi contattarmi qui.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Open chat
Chiedi consiglio al tuo fisioterapista!